giovedì 7 settembre 2017

[In uscita] La comunione del tutto (e altre foglie d'eros)

Dopo la recente uscita della nuova edizione di Dirty Dreams pensavate che la Livin si sarebbe adagiata sugli allori come al solito, eh?
E invece no!


Gli archivi del mio computer contengono ancora tante storie, tanti personaggi, tanti contesti che nelle ultime settimane ho deciso di sistemare (fino a poco tempo fa c'era una barretta rossa in alto a sinistra. Bon, era riempita del sangue che ho sudato per il malvagio editing) per far sì che potessero essere letti da chiunque.
Qual è stato il risultato?

La comunione del tutto.


Bellino, vero?

La comunione del tutto (e altre foglie d'eros) è una raccolta di 9 racconti che raccolgono da una parte alcuni dei migliori racconti che una volta furono pubblicati dalla ormai spirata Lite Editions, debitamente corretti e rimessi a nuovo, e dall'altro alcuni inediti freschi di tastiera.

Il filo che li collega è l'eros - come afferma il sottotitolo - ma si tratta anche di qualcosa di più.
I personaggi che si muovono tra queste pagine sono diversi per ceto ed esperienze, caratteri ed età, si muovono in contesti variegati che spaziano dall'Armenia agli Stati Uniti, formando un mosaico colorato e vivido che spero vi lascerà con contrastanti sensazioni di bellezza.

Disponibile da oggi in versione digitale su tutti gli store on-line, e in versione cartacea su Amazon.
Se non vedete disponibile il titolo in alcuni store on-line oppure il cartaceo su Amazon non abbiate paura: per alcuni il tempo di caricamento è molto rapido mentre per altri se ne necessità di più, ma comunque tutto arriverà quando con massimo 5 giorni di pazienza!

Romantico, sfuggente, brillante, dissacrante: diverse sono le sfumature dell'eros in questa raccolta di racconti a volte poetici a volte prosaici, i cui protagonisti si snodano in spazi e tempi distanti tra loro ma accomunati da sentimenti forti, intensi e indimenticabili.
Dalle silenziose notti giapponesi alla caotica foresta di un Cappuccetto Rosso anticonformista, dal fumoso locale di Seattle alle peripezie di un ragazzo alle prese con l'ultima interrogazione, dalla sussurrante Yerevan alla demoniaca Spagna di Septienne, una corona di foglie da staccare una per una, per metterle sulla lingua e assaporarle senza fretta.


Se volete gustarvi queste foglie d'eros non vi resta altro che andarvele a prendere.